CHE COS’È LA SEO TECNICA? COME OTTIMIZZARE IL POSIZIONAMENTO ORGANICO DEL SITO

Quando si parla di SEO tecnica ci si riferisce in particolare a quelle ottimizzazioni dei siti web e dei server orientate alla scansione degli spider dei motori di ricerca. Grazie ad alcune tecniche, questi ultimi riescono ad indicizzare un sito web in modo più efficace e a migliorarne le classifiche organiche. I motori di ricerca infatti offrono un trattamento preferenziale nei risultati ai siti web che hanno determinate caratteristiche tecniche. Alcuni esempi sono:

  • il design reattivo,
  • la connessione sicura,
  • il tempo di caricamento rapido.

Grazie al lavoro di SEO tecnica ci si può assicurare che il proprio sito web risponda a tali caratteristiche.

COME METTERE IN PRATICA LA SEO TECNICA

Ci sono una serie di passaggi importanti da eseguire per verificare e fare in modo chela SEO tecnica del proprio sito web sia ottimizzata. Seguendo queste linee guida, si avrà la garanzia che la sicurezza e la struttura del proprio sito soddisfino le aspettative degli algoritmi dei motori di ricerca come Google. Di conseguenza, il sito web verrà premiato nei risultati di ricerca.

Registrare il sito con i tools Google Search Console e Bing Webmaster

Google Search Console e Bing Webmaster Tools sono strumenti gratuiti rispettivamente di Google e Microsoft che consentono di registrare un sito web ai loro motori di ricerca per l’indicizzazione. Quando si è pronti a lanciare il proprio sito web, è necessario inviare la sua Sitemap XML sia a Google Search Console sia a Bing Webmaster Tools in modo che possano eseguirne la scansione. Si inizierà così a visualizzare il sito nei risultati di ricerca. Questi servizi permettono anche di monitorare le prestazioni generali di un sito web dalla prospettiva di un motore di ricerca.

Velocizzare il sito per l’ottimizzazione su Google

I motori di ricerca preferiscono i siti che si caricano rapidamente. La velocità della pagina è considerata un importante segnale di classifica da Google. Esistono diversi modi per velocizzare il proprio sito web:

  • utilizzare un hosting veloce;
  • utilizzare un provider DNS (Domain Name System) veloce;
  • ridurre al minimo le “richieste http”;
  • ridurre al minimo l’uso di script e plugin;
  • utilizzare un foglio di stile CSS anziché più fogli di stile CSS o CSS in linea. Questi codici hanno lo scopo di indicare ad un browser web il modo in cui visualizzare il sito;
  • assicurarsi che i file di immagini siano più piccoli possibile, senza essere troppo pixelati;
  • comprimere le pagine web, utilizzando ad esempio uno strumento come GZIP;
  • minimizzare il codice del sito, eliminando eventuali spazi non necessari, interruzioni di riga o rientri nel CSS, nel HTML e nel Javascript.

Utilizzare la SSL Secure Sockets Layer per migliorare la SEO tecnica

Secure Sockets Layer – SSL è una tecnologia di sicurezza che crea un collegamento crittografato tra un server web e un browser. Un sito web che utilizza la SSL si riconosce abbastanza facilmente dall’URL che inizia con “https: //” anziché “http: //”. Già nel 2014 Google aveva annunciato di voler vedere “https ovunque” e che i siti web https sicuri avrebbero avuto la precedenza su quelli non sicuri nei risultati di ricerca. Stando a queste indicazioni, laddove sia possibile utilizzare Secure Sockets Layer, sarebbe importante giocare questa carta per garantire la sicurezza del proprio sito. Sarà sufficiente installare un certificato SSL sul sito web.

Assicurarsi che il sito sia ottimizzato per i dispositivi mobili

Technical SEO - Come ottimizzare il posizionamento organico - Akira Digital
Technical SEO – Come ottimizzare il posizionamento organico – Akira Digital

Il design di un sito web “reattivo” si regola automaticamente in modo da poterlo navigare e leggere facilmente su qualsiasi dispositivo. Gli algoritmi di Google considerano come un segnale di ranking molto significativo il fatto che un sito sia reattivo. Con l’introduzione dell’approccio “mobile first” di Google nell’indicizzazione dei contenuti, avere un sito web reattivo è diventato ancora più importante. È fondamentale per il posizionamento, dunque, assicurarsi che il sito sia pienamente reattivo e che si possa visualizzare nel miglior formato da smartphone, tablet o desktop.

Creare una Sitemap XML

La creazione di una sitemap XML è un’altra mossa di SEO tecnica che aiuta i motori di ricerca a comprendere un sito durante la scansione. Si tratta di una sorta di “roadmap di ricerca” che indica esattamente dove si trova ogni pagina del sito web a Google. La sitemap XML contiene anche altre informazioni utili su ogni pagina del sito, come ad esempio:

  • quale priorità ha la pagina sul sito web;
  • a quando risale l’ultima modifica della pagina;
  • con quale frequenza il sito viene aggiornato.

Risolvere i problemi di contenuti duplicati

I contenuti duplicati possono essere fonte di confusione per gli utenti. Allo stesso modo, creano confusione agli algoritmi dei motori di ricerca. Talvolta, in realtà, questi contenuti vengono utilizzati proprio per tentare di manipolare le classifiche di ricerca e per ottenere più traffico. Di conseguenza, i motori di ricerca non ne sono entusiasti e Google e Bing consigliano ai webmaster di risolvere eventuali problemi relativi ai contenuti duplicati.

Per risolvere i problemi legati a tali contenuti si può impedire al CMS di pubblicare più versioni di una pagina o di un post. Questo si può fare, ad esempio, disabilitando gli ID session non vitali per la funzionalità del sito web. Si devono poi eliminare le versioni stampabili dei contenuti. Inoltre, si può usare l’elemento di collegamento canonico per far sapere ai motori di ricerca dove risiede la versione “principale” del contenuto.

Aggiungere markup di dati strutturati e “rich snippet” al sito web

Il markup dei dati strutturati è il codice che si aggiunge al sito per facilitare i motori di ricerca nella migliore comprensionedel contenuto. Questi dati possono aiutare i motori di ricerca a indicizzare un sito in modo più efficace e a fornire risultati più pertinenti. Inoltre, i dati strutturati migliorano i risultati della ricerca mediante l’aggiunta di “rich snippet”. Ad esempio è possibile utilizzare i dati strutturati per aggiungere valutazioni a stelle alle recensioni, prezzi ai prodotti o informazioni del revisore. Poiché sono visivamente più accattivanti e mettono in evidenza informazioni utili per gli utenti, questi risultati ottimizzati possono migliorare la percentuale di clic e generare traffico aggiuntivo sul sito. I siti con risultati che presentano CTR più elevati generalmente ricevono un trattamento preferenziale nei motori di ricerca.

Abilitare AMP per la SEO tecnica

AMP è un progetto sostenuto da Google che mira a velocizzare la fruizione dei contenuti su dispositivi mobili attraverso l’uso di un codice speciale noto come AMP HTML. Le versioni AMP delle pagine web si caricano molto rapidamente sui dispositivi mobili. Questo avviene grazie al fatto che vengono ridotti al minimo contenuti e codici mentre vengono lasciati intatti immagini e video. Un altro motivo della velocità data da AMP è la disabilitazione di script, commenti e moduli.

Poiché le versioni AMP delle pagine si caricano così velocemente, queste hanno anche molte più probabilità di essere lette e condivise dagli utenti. In tal modo aumentano sia il tempo di permanenza che il numero di backlink che puntano al sito. A volte Google evidenzia le pagine AMP in caroselli di spicco nei risultati di ricerca, dando al sito un importante bump di ricerca.

Technical SEO - Come ottimizzare il posizionamento organico - Akira Digital