I PODCAST: UN NUOVO STRUMENTO PER IL CONTENT MARKETING

I podcast consistono in una serie di file audio o video pubblicati online con una certa regolarità e tendenzialmente legati da un filo conduttore tematico. Questi si possono scaricare su qualsiasi dispositivo mobile ed è possibile ascoltarli o guardarli in un secondo momento, quando si preferisce, senza necessità di essere connessi ad internet. Il nome deriva probabilmente dall’unione del termine inglese broadcasting, che significa “trasmissione”con pod che è l’acronimo di Personal on Demand oppure significa “capsula”,“contenitore”. Questo tipo di contenuto da alcuni anni si è diffuso sul web e può essere utile anche nelle strategie di content marketing aziendale.

COME È FATTO UN POCAST

Il podcast audio o video può essere realizzato sotto forma di monologo, soprattutto nel caso in cui chi parla ritiene di essere un buon intrattenitore. In alternativa si può optare per dialoghi, interviste, guide e racconti. Affinché un podcast risulti interessante e sia ascoltato o visto per intero si deve basare su contenuti utili per il proprio pubblico di riferimento, oppure divertenti. Non di rado, nel caso ci sia una sola persona a parlare durante i video o gli audio, si inserisce una base musicale di fondo molto soft per rendere più gradevole la fruizione del podcast.

COME USARE I POCAST PER IL CONTENT MARKETING

Un’azienda può produrre un branded podcast per farsi pubblicità, puntando su argomenti che i suoi utenti di riferimento desiderano ascoltare e che abbiano un legame con la sua attività. Questo tipo di contenuto può risultare molto utile a fidelizzare i clienti o ad acquisirne di nuovi, fornendo loro informazioni di settore. Nella strategia di content marketing, però, non si può rinunciare comunque agli altri strumenti fondamentali, come i testi per il sito web aziendale scritti in ottica SEO. La realizzazione di podcast per il content marketing non va vista infatti come un’alternativa alle altre tecniche di digital marketing, ma come un arricchimento. Lo scopo della creazione di un branded podcast è quello di generare brand awareness e creare una relazione duratura con i clienti.

Il caso dei branded podcast di Tinder

Un esempio di branded podcast di successo riguarda la app americana di dating Tinder, ora molto in voga. L’azienda ha pubblicato un podcast intitolato DTR nel quale dà numerosi consigli sugli incontri online. Nei vari “episodi” dei contenuti pubblicati si approfondiscono i diversi aspetti di interesse per gli utenti:

  • dai suggerimenti su come scegliere la foto del profilo da pubblicare sulla app,
  • ai modi migliori per contattare una persona sulla app ed ottenere una risposta,
  • fino ai consigli per prepararsi al meglio all’appuntamento con la persona contattata online.

Questo esperimento è riuscito non solo perché risulta interessante per gli utenti che utilizzano Tinder ma anche perché crea un clima di attesa nei confronti dei nuovi episodi.

COME SI FA UN PODCAST PER IL CONTENT MARKETING

I passaggi principali da seguire nella realizzazione di un podcast sono due:

  • la pianificazione. Solo chi ha grande esperienza in video o come speaker e una padronanza assoluta di un determinato argomento può “andare a braccio”. Normalmente è necessario preparare i contenuti in base al proprio pubblico di riferimento, cercando idee originali ed utili e optando per la tecnica narrativa più idonea. Si deve pianificare una scaletta degli argomenti da affrontare in ciascun episodio, calcolando una durata di circa 20 minuti;
  • la registrazione. Questa può essere effettuata anche con lo smartphone o con il pc ma la qualità dell’audio si può migliorare aggiungendo un microfono in grado di isolare i rumori di sottofondo. In seguito si può usare qualche programma per il post editing.
Podcast - Akira Digital
Podcast – Akira Digital

COME CONDIVIDERE I PODCAST

Un aspetto fondamentale affinché i branded podcast contribuiscano a migliorare la brand awareness e ad attrarre nuovi potenziali clienti è la loro divulgazione sul web. Per condividere il podcast in modo da farlo arrivare al maggior numero possibile di utenti, si può ricorrere alle piattaforme che forniscono servizi di podcasting. Spreaker ed Anchor sono tra le più utilizzate e consentono anche la ricondivisione automatica su Spotify, Apple Podcast e sui social network.

Podcast - Akira Digital